Il sistema agroforestale è un sistema complesso in cui si coltivano piante annuali e piante perenni contemporaneamente. In tante parti del mondo è molto sviluppato e punta “a far collaborare” sistemi molto diversi. Un esempio può essere la coltivazione di orticole o seminativi tra fasce alberate di frutti o arbusti edili.

L’obiettivo è quello di massimizzare il raccolto di ‘energia solare’ che le piante sono in grado di trasformare in prodotti da reddito per l’azienda agricola. Allo stesso tempo un sistema con piante arboree perenni è un sistema che guarda alla sostenibilità dell’agricoltura (una foresta è un ecosistema biodiverso e ricco più di quanto lo sia una coltivazione tipo seminativo).

Offre anche una diversificazione della produzione ed una maggiore sostenibilità economica all’azienda agricola.

I sistemi agroforestali sono complessi e lunghi da avviare quindi è fondamentale avere una buona conoscenza delle piante, delle loro inter-connessioni, dell’interazione con il suolo, della gestione in relazione alla particolare area climatica di intervento, delle fasi di avvio per mantenere un buon livello produttivo. Con una attenta pianificazione sarà possibile evitare difficoltà che saranno palesi solo dopo diversi anni dall’avvio del sistema agroforestale.

Il corso è pensato proprio per offrire conoscenze di base fondamentali per fare le scelte giuste nella costruzione di questo sistema complesso e innovativo.

Il territorio toscano può essere un ottimo laboratorio per una gestione innovativa con l’inserimento del sistema agroforestale per portare le monoculture di olivi e vigne o castagneti verso sistemi diversificati sia per aumentare la biodiversità sia per incrementare i margini economici aziendali.

Mostreremo esempi di successo nella realizzazione di sistemi agroforestali in Italia e nel mondo.